Settimana 1: “trasformo” il mio ragazzo

È passata una settimana dall’inizio del mio esperimento con Matteo, il mio ragazzo, ed ecco qui il primo articolo.

L’esperimento consiste nella “trasformazione” fisica di Matteo.

Matteo: cosa fa nella vita?

Matteo fa un lavoro molto impegnativo dal punto di vista intellettuale che lo porta a passare tantissime ore seduto ogni giorno.

È spesso stressato e, quando finisce di lavorare, ha bisogno di rilassarsi. E, indovinate, il suo modo preferito di rilassarsi è con una bella birretta.

Questo lo porta, nel corso dell’anno, a prendere e perdere 5 kg nel giro di un paio di mesi (di norma li prende nei momenti più stressanti e li perde quando riesce a respirare un pochino dal lavoro).

Nonostante io lo inciti ad allenarsi, non ama particolarmente l’allenamento, in particolare quello con i pesi.

Gli piacciono invece gli sport di velocità (in particolare andare in moto), per cui, di norma, cerca di allenarsi in prossimità dell’estate per avere migliori performance in moto.

Perché abbiamo deciso di fare questo esperimento?

Abbiamo deciso di iniziare questo esperimento per un semplice motivo: per aiutare Matteo a costruire un’abitudine “salutare” e cercare di far sì che decida di adottare uno stile di vita più sano per il resto della sua vita.

Se avessimo deciso di farlo “tra di noi”, senza tenerne traccia su instagram, ci sarebbe stata più probabilità di “abbandonare” il percorso prima della fine.

In questo modo, invece, riusciamo a mantenere alta la sua motivazione a fare sempre di meglio.

Inoltre, questo esperimento mi permette di condividere con voi alcuni argomenti che mi stanno molto a cuore e di cui non smetterò mai di parlare, e cioè: quanto siano normali le oscillazioni di peso, come non sia possibile dimagrire ogni singolo giorno nonostante ci si impegni sia nella dieta che nell’allenamento, come per migliorarsi sia preferibile rendere l’allenamento e l’alimentazione un’abitudine, rispetto a seguire diete drastiche e protocolli assurdi di allenamento per un mese e poi abbandonare. 

Perchè ho deciso di mettere la parola “trasformazione” tra virgolette?

Perchè non si tratterà di una trasformazione di quelle che spopolano sui social, in cui si perdono 20 kg in un mese o si passa dal non allenarsi a diventare il sosia di Hulk. 

Questo perché:

  • Matteo non ha bisogno di cambiare radicalmente (ha giusto preso 4/5 kg da settembre a novembre); 
  • non ambisce ad a diventare supermuscoloso, ma semplicemente a migliorare leggermente il suo fisico, la sua forza e la sua resistenza durante gli allenamenti;
  • non ha a disposizione tutto il giorno per allenarsi né farà uso in alcun modo di farmaci anabolizzanti (che spesso aiutano nelle trasformazioni da social in cui si mette tantissima massa in poco tempo).

Semplicemente vuole sentirsi meglio con se stesso e penso che in 4 settimane si possano ottenere buoni risultati.

Come è strutturato il suo programma?

Matteo si allena con i pesi 3 volte a settimana per 45 minuti circa, generalmente prima di andare al lavoro (quindi intorno alle 8 del mattino).

Pranza alla mensa, cercando sempre di scegliere i cibi meno pasticciati e più ricchi di proteine.

Cena a casa con me, senza TROPPE restrizioni.

Questo significa che se alla sera ha voglia di qualcosa di dolce, mangerà qualcosa di dolce.

E che se una sera abbiamo una cena con amici o semplicemente vogliamo uscire e divertirci, usciremo senza problemi.

Al ristorante cercherà ovviamente di non abbuffarsi sul cestino del pane, o bere troppi alcolici, o esagerare con i dolci, ma tutto con buonsenso e senza troppe restrizioni.

Perchè questa scelta?

Avrei ovviamente potuto calcolare tutti i macronutrienti che Matteo deve assumere in questo mese e avergli proposto di mangiare di conseguenza. Nel 99% dei casi, il risultato finale sarebbe stato leggermente migliore.

MA, il mio obiettivo non è quello di stupire le persone su Instagram.

Il mio obiettivo è semplicemente quello di aiutare Matteo ad adottare uno stile di vita salutare, che si adatta al suo lavoro e alle sue abitudini e che potrà sostenere anche al termine dell’esperimento.

Ricordatevi che la strategia “migliore” per dimagrire, per rimettersi in forma o quel che volete, non è fare tutto perfetto per un mese, ma avere una strategia che è possibile seguire e mantenere nel lungo periodo.

Come è andata la prima settimana?

Allenamento:

Matteo si è allenato 3 volte: lunedì, mercoledì e sabato.

Sta seguendo un protocollo di allenamento con i pesi simile a quello che trovate in Traininpink Academy (ovviamente adeguato a un uomo).

Matteo non è abituato ad allenarsi con i pesi, per cui, la prima settimana non è stata troppo intensa e ha sofferto un po’ durante e dopo l’allenamento (con DOMS abbastanza intensi).

Alimentazione:

a pranzo Matteo ha mangiato per lo più riso in bianco con pollo/tacchino (o pollo arrosto o fesa di tacchino) oppure uova (sono gli unici alimenti non troppo conditi che trova nella sua mensa).

A cena ha mangiato sempre una fonte di carboidrati (3 volte le patate bollite, una volta il puré, una volta la pasta) + proteine (legumi e/o pesce, in particolare merluzzo e salmone).

Due volte ha mangiato guacamole e hummus con gallette e ogni sera dopo cena ha mangiato un gelato Liuk. 

Venerdì sera siamo usciti a cena dopo aver fatto un aperitivo a casa con gallette di mais, pane morbido da tramezzini (perchè io lo adoro), guacamole e hummus.

A cena ha preso: ravioli cacio e pepe con gamberi + pollo arrosto al Mezcal. Non ha bevuto alcol.

Non penso abbia sofferto particolarmente questa settimana, ma ovviamente l’ultima parola sta a lui 😅 (stasera nelle stories troverete la sua “intervista” che faremo in diretta).

Share this post

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Lascia un commento